Contattaci

Hai bisogno di un preventivo o vuoi presentarci il tuo progetto?
Inserisci i tuoi dati e verrai contattato a breve!

USP 2.0 Copywriting persuasivo

Progetto Dal copywriter misterioso
Categoria Creative

L'arte della persuasione

 

La logica che sta dietro al mondo del web marketing, dove i testi assumono una rilevanza sempre maggiore è quella della persuasione: l’arte di modificare l’atteggiamento di un individuo verso un determinato argomento utilizzando prevalentemente il linguaggio verbale e/o non verbale.

 

Vera e propria arte, il copywriting persuasivo è indispensabile nel mondo del web marketing.

 

Il vantaggio principale consiste nella realizzazione di testi e post di facile lettura e comprensione, per una promozione ottimizzata del prodotto e una piacevole esperienza d’acquisto da parte del cliente. Ma non è tutto: l’importanza del copywriting persuasivo consiste anche nel sapersi adattare ai numerosi contesti di scrittura offerti dal web. Questo panorama sconfinato spazia dai siti internet ai blog, dalle app ai social media, dalle riviste on line all’e-mail marketing.

L’ultimo beneficio riguarda il mondo del SEO: saper redigere titoli adeguati è indispensabile per non perdere posizioni importanti nell’indicizzazione di Google.


Ma questa tecnica è una novità assoluta? Rivedendo i classici dell’advertising, Rosser Reeves può essere considerato in un certo senso il pioniere del copywriting persuasivo. Il suo stile creativo era infatti basato sulla USP (unique selling proposition), che prevedeva nei confronti del consumatore la proposta martellante di un beneficio:


1)    Chiaro al consumatore 

2)    Esclusivo rispetto alla concorrenza

3)    Forte per muovere verso l’acquisto

 

 

Alcune formule persuasive

 

Questa logica molto apprezzata nella pragmatica America degli anni Cinquanta e Sessanta viene riproposta in questi anni in modo più sottile ed elaborato. Sono centinaia le formule utilizzate nel copywriting persuasivo per perseguire diversi obiettivi, tra i quali:


1)    Incentivi all’acquisto: “Otterrai subito...!”

2)    Comandi nascosti: “Dopo aver acquistato…”

3)    Frasi di arresto: “Qualsiasi cosa stai facendo, fermati subito…”

4)    Catturare l’attenzione: “Esclusivo!”

5)    Generare curiosità: “Sei sicuro di averle provate proprio tutte?”

6)    Rassicurare: “Ecco cosa i nostri clienti dicono di noi:”

7)    Call to action: “Abbonati a un prezzo inferiore di un cappuccino al giorno.”

 

Il testo deve inoltre essere unico, distinguersi da tutti quelli scritti dalla concorrenza e soprattutto raggiungere il fine ultimo nel mondo del marketing: vendere!

 

Il copywriting persuasivo deve quindi creare un legame con il lettore e condurlo attraverso la propria comunicazione fino al compimento della call to action finale.

 

È importante spendere ancora qualche riga su questo argomento: se in un testo persuasivo non è presente una chiara chiamata all’azione, la sua efficacia sarà compromessa. Qualunque sia il beneficio offerto, l’azione che si vuole ottenere da parte del cliente deve essere chiara: dall’iscrizione a una newsletter all’acquisto di un prodotto.

 

«Il copywriting persuasivo è il copywriting come dovrebbe essere. Quello che fa ottenere all’azienda risultati veri, in termini di vendite, contatti, immagine.»
(Cit. PennaMontata)